CHERNOBYL

36 anni fa il disastro nucleare di Chernobyl ci riempiva di paura, lasciandoci per settimane a chiederci quali conseguenze l’incidente avrebbe avuto, anche qui da noi. Negli anni successivi al disastro grazie alla saggezza degli italiani con due referendum il nostro Paese ha detto basta all’insicura energia atomica. E grazie all’impegno di Legambiente, che pratica l’ambientalismo insieme alla solidarietà, siamo il Paese che ha accolto più bambini provenienti dalle zone contaminate.
Con l’aggressione russa dell’Ucraina i siti nucleari sono diventati anche obiettivi strategici del conflitto, siti sensibili dal punto di vista della sicurezza per tutto il continente e un’arma di ricatto potente. Anche per questo credo sia il momento di impegnarci con l’Europa per una iniziativa diplomatica forte che possa aiutare a raggiungere almeno un cessate il fuoco, se non la fine del conflitto e il ripristino del diritto internazionale. E di lavorare per una transizione rapida verso un sistema energetico basato su fonti pulite, sicure e di pace. L’unica risposta strutturale per ambire all’indipendenza dal gas russo.

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ci sono persone che si ostinano a parlare di nucleare ” sicuro”… ma sanno che il nostro pianeta è un pianeta instabile? Sanno di uragani, terremoti, tsunami… ecc…? Indipendentente dalle tecnologie attuali, sulle quali sicuramente ci sarebbe da ridere… , sanno dove viviamo? Ma che interessi personali hanno quando ripropongono il nucleare in Italia? Sanno degli incidenti di Cernobil e Fukushima e degli altri incidenti “minori” delle altre centrali nucleari del pianeta? Sanno dell’esito del referendum del 1987? Sanno che il territorio italiano è in gran parte a rischio tellurico elevato e che tra Napoli e Messina esiste il più grande vulcano sommerso d’Europa? Sanno del Vesuvio e dell’Etna? Insomma … basta proposte indecenti! Per usare un eufemismo!

Rossella Muroni

Ecologista, progressista e femminista, esperta di sostenibilità ambientale e Presidente di Nuove Ri-Generazioni. Fino a ieri presidente nazionale di Legambiente e vicepresidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi