MA PRIMA DI POTERLA GUARDARE NEGLI OCCHI LA POLITICA ITALIANA HA MOLTE LEGGI DA APPROVARE

SU CONSUMO DI SUOLO, CARBON TAX, RINNOVABILI E PLASTICA A MARE SONO A DISPOSIZIONE MIE PROPOSTE

Tantissimi giovani sono scesi in piazza oggi seguendo l’esempio di Greta Thunberg per dire che la crisi climatica ha bisogno di azione immediata perché abbiamo una manciata di anni per scongiurare il collasso del Pianeta. Oltre a loro hanno aderito allo sciopero globale anche molti politici. Ma in Italia cosa abbiamo fatto per risolvere la crisi climatica? Troppo poco.

Se vogliamo affrontare la sfida del clima ci sono alcune leggi che attendono da anni di essere approvate dal Parlamento. Vogliamo essere tutti un po’ Greta? Allora dobbiamo dare il via libera subito alla legge per bloccare il consumo del suolo e favorire la rigenerazione edilizia, così da ridurre l’impermeabilizzazione del territorio, cavare meno materiali, fermare le emissioni. Il Senato dia immediatamente l’ok alla legge per il sostegno all’agricoltura biologica, se in Europa si adottassero solo metodi bio le emissioni del settore primario si ridurrebbero del 23%. Stop agli incentivi che assimilano i termovalorizzatori ad impianti di produzione di energie rinnovabili, come prevede un emendamento approvato in Senato; e finalmente via libera al decreto rinnovabili. Vanno approvati rapidamente i decreti attuativi per l’end of waste, indispensabili per dare slancio all’economia circolare. Sul fronte mobilità segnalo ai tanti appassionati di Tav che al Paese manca un Piano Generale dei Trasporti e della Logistica che ci consentirebbe di fare magari come la Svizzera e spostare il 70% delle merci dalla strada al ferro.

Infine ci sarebbe da leggere ed approvare la legge sullo stop alla plastica a mare annunciata da mesi. A inizio legislatura sul tema ho depositato una proposta che prevede l’impiego delle unità di pesca per il recupero dei rifiuti a mare: è lì, a disposizione, e possiamo firmarla ed approvarla tutti insieme. Come sono a disposizione del Parlamento le proposte di legge che ho depositato anche sugli altri temi citati. Ma sarei pronta anche a votare analoghe proposte della maggioranza su questi fronti. Se arrivassero.

Solo dopo aver approvato queste leggi potremo guardare Greta negli occhi e invitarla al Parlamento italiano.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali, passa al Gruppo Misto nel 2021.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi