LA SICUREZZA DEL LAVORO NON E' UN COSTO!

Oggi in piazza a Montecitorio con Fillea Cgil, Feneal Uil e Filca Cisl contro lo Sblocca Cantieri, un decreto che crea una vera e propria giungla sugli appalti e nei cantieri. Per ribadire che la sicurezza dei lavoratori non è un costo! Che tutela dell’ambiente, rispetto del lavoro e dei suoi diritti, regole per garantire la trasparenza e la concorrenza puntando sulla qualità sono i pilastri su cui fondare il futuro dell’edilizia.

Il provvedimento del governo non risolve i nodi reali che rallentano i cantieri e le opere che servono al Paese, ma propone un pericoloso ritorno al passato e un regresso sui fronti della trasparenza, della concorrenza, della qualità dei lavori e della sicurezza dei lavoratori. Un arretramento di cui non si sentiva il bisogno fatto di ritorno al massimo ribasso, allargamento delle procedure ad affidamento diretto tramite negoziazione, di aumento vertiginoso del subappalto. Ricompaiono anche le varianti facili e l’appalto integrato che affida allo stesso soggetto sia la progettazione che l’esecuzione dei lavori. Come se non bastasse si da spazio a Commissari che potranno derogare al Codice degli appalti, si aumentano le stazioni appaltanti senza qualificazione, si indeboliscono le funzioni dell’Anac ed anche le procedure antimafia. Tutte misure che nell’insieme porteranno meno tutele per i lavoratori, meno sicurezza, meno qualità nei progetti e nelle opere, più concorrenza sleale e meno trasparenza. Non a caso il decreto è contestato anche da tante associazioni che si battono quotidianamente per una cultura della legalità nel nostro Paese, quali Legambiente, Libera, Acli, Arci, Avviso pubblico, Gruppo Abele, Kyoto Club, Sos Impresa e centro Pio La Torre.

Ecco perché il decreto Sblocca Cantieri va profondamente modificato. È quanto proveremo a fare, sperando che la maggioranza non silenzi il dibattito parlamentare imponendo l’ennesima fiducia.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi