NO RITORNI AL PASSATO O DERIVE ALLA ‘TANA LIBERA TUTTI’ IN NOME DEL PIL. LA DICHIARAZIONE CONGIUNTA MIA E DI LORENZO FIORAMONTI

“Rimangiarsi la plastic-tax nell’emergenza coronavirus sarebbe un errore madornale. Capiamo la riflessione aperta nel governo sulle misure che possono aiutare il Paese a ripartire, ma sospendere o cancellare la plastic-tax sarebbe un clamoroso ritorno al passato. Sbaglia chi nella maggioranza ha la tentazione di cedere. Tanto più che una tassa sulla plastica monouso fatta bene, modulata e che escluda i prodotti compostabili, in plastica riciclata e presidi sanitari, è giusta perché orienta la produzione e i consumi verso stili di vita più sostenibili. Ricordiamo poi che la plastic-tax già esiste in altri Paesi”.

Lo dichiarano in una nota congiunta gli On. Rossella Muroni (LeU) e Lorenzo Fioramonti (Gruppo Misto) sull’ipotesi di sospensione o cancellazione della plastic-tax.

“Irricevibili le false soluzioni spacciate dalla destra italiana che con la Lega propone vergognosi condoni edilizi e fiscali e con FdI chiede di dirottare tutte le risorse dal Green Deal europeo all’emergenza. Come se non fosse già scritto nella storia quanto i condoni hanno devastato conti pubblici, legalità, territorio e sicurezza dei cittadini. E come se non fosse evidente che le emergenze del nostro tempo, dalla crisi climatica alla pandemia in corso, sono legate al nostro modello di sviluppo e ai fossili. Al contrario, ora più che mai – proseguono Fioramonti e Muroni – abbiamo bisogno del Green Deal per uscire dalla crisi e rilanciare la nostra economia puntando su innovazione amica dell’ambiente, rinnovabili, efficienza, modello circolare ed equità. Ossia su uno sviluppo sostenibile e proprio per questo più competitivo”.

“Al Governo – concludono Muroni e Fioramonti – chiediamo di mantenere la rotta del Green deal e di non inseguire la destra nel campo ‘tutto è lecito nel nome del Pil’. Questa crisi ci dimostra, ancora una volta, che l’unica crescita possibile in futuro sarà quella che mette al centro la salute delle persone e dell’ambiente”.

2 aprile 2020

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi