PRESENTATO ALLA COP27 IL CLIMATE CHANGE PERFORMANCE INDEX

L’Italia quest’anno è al 29° posto anziché al 30° della classifica del Climate Change Performance Index: il rapporto sulla performance climatica dei principali Paesi del Pianeta redatto da Germanwatch, CAN e NewClimate Institute in collaborazione con Legambiente per l’Italia. A pesare sulla nostra deludente performance, come spiega l’associazione e come denunciato ripetutamente da noi ecologisti, sono soprattutto il rallentamento nello sviluppo delle rinnovabili e una politica climatica ancora inadeguata a fronteggiare l’emergenza.

Fanno decisamente meglio dell’Italia i Paesi scandinavi con Danimarca e Svezia, rispettivamente quarta e quinta, grazie all’impegno per l’abbandono delle fonti fossili e per lo sviluppo delle rinnovabili. In fondo alla classifica ci sono, invece, Paesi esportatori e utilizzatori di combustibili fossili come Iran, Arabia Saudita e Kazakistan. Vuote le prime tre posizioni della classifica: nessuno tra gli Stati presi in considerazione dal rapporto (59 nazioni più l’Unione Europea) ha raggiunto le prestazioni necessarie a contenere l’aumento della temperatura media globale entro la soglia critica di 1,5°C.

E anche l’impegno Ue annunciato alla Cop27 di Sharm El-Sheik di ridurre le emissioni climalteranti del 57%, anziché del 55%, entro il 2030 è troppo poco. L’Europa può e deve andare oltre, tagliando le emissioni di almeno il 65% al 2030 rispetto ai livelli del 1990.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali, passa al Gruppo Misto nel 2021.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi