ORA RICONVERSIONE, PARTIAMO DA RECOVERY E SEMPLIFICAZIONI

Le condanne a 22 e 20 anni per Fabio e Nicola Riva nel processo sull’inquinamento ambientale del grande siderurgico tarantino fanno finalmente giustizia, in nome della salute e dell’ambiente. Una giustizia per cui bisogna ringraziare la magistratura, le associazioni, come Legambiente, e tanti cittadini che hanno denunciato il disastro ambientale dell’ex Ilva. La sentenza purtroppo arriva dopo troppi anni in cui la città lo ha subito, pagando un prezzo altissimo in termini di vittime, di malati, e di speranze sociali. Ora, spero che mai più un territorio e la sua popolazione siano costretti a scegliere da un lato tra salute e ambiente e dall’alto tra lavoro e economia. Le strade sono conciliabili nel segno dello sviluppo sostenibile. La politica certo avrebbe potuto fare di più; può farlo adesso, anche grazie a questa decisione, può avviare rapidamente il percorso per la giusta transizione ecologica che tutti i tarantini meritano.

Proprio adesso lo Stato deve garantire una reale riconversione dell’ex Ilva, abbiamo le capacità, le risorse finalmente a partire da quelle del Recovery, e a questo punto anche la possibilità di godere di procedure semplificate; possiamo farlo velocemente senza perdere, anzi intensificando, la garanzia dei controlli e la verifica attraverso un attento monitoraggio. La mia intervista alla 9 Colonne.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali, passa al Gruppo Misto nel 2021.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi