IL MIO QUESTION TIME ALLA MINISTRA AZZOLINA A MONTECITORIO

È importante che la ministra dell’Istruzione Azzolina, insieme al governo, voglia sostenere il diritto allo studio con misure per promuovere la didattica a distanza, che abbia contezza delle differenze che esistono nel Paese su questo fronte strategico e che intenda utilizzare criteri di equità per il riparto dei 70 milioni messi a disposizione a tal fine dal decreto Cura Italia.

Credo che l’esecutivo debba continuare questo attento monitoraggio sulle situazioni così diverse che ci sono nel Paese, anche dentro le stesse città, sul fronte e-learning, perché questo aiuta nel difficile compito  di garantire a tutti il diritto all’istruzione. Mai come oggi è importante ricordare il valore della pubblica istruzione come bene comune.  Noi di LeU lo abbiamo voluto ribadire in più occasioni e torniamo a farlo ora, tanto più considerando che siamo al terzo posto in Europa per abbandono scolastico. Una piaga che si registra con maggiore intensità al Sud, dove non a caso è più forte anche il digital divide. Un fattore che nell’emergenza causata dal coronavirus pesa maggiormente sulla possibilità di usufruire di diritti importanti come l’e-learning . Vista la situazione, credo dobbiamo tutti ringraziare i docenti italiani che stanno aiutando, spesso anche aggiornando le loro competenze, i nostri ragazzi a restare in casa senza rinunciare al diritto allo studio. Proprio la conoscenza è un bene strategico fondamentale, che ci aiuterà a costruire e affrontare al meglio il nostro futuro comune.

Il mio commento alla risposta della ministra Azzolina al question-time di Liberi e Uguali sul diritto allo studio e l’accesso alla didattica a distanza durante l’emergenza coronavirus.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi