IL COMMENTO DI LOMBARDO E MIO PER FACCIAMOECO

Una buona notizia per ambiente, salute e agroecologia. Questo è la sentenza del Tar del Lazio che, nonostante la posizione pro agrochimica del MiTe, ha respinto il ricorso di Assofrutti contro l’ordinanza del Comune di Nepi che regolamenta severamente l’uso dei pesticidi e ferma sia il cancerogeno glifosate che i neonicotinoidi responsabili della moria delle api.
Un’ordinanza che il sindaco di Nepi Vita ha adottato a tutela di biodiversità, salute dei cittadini e fertilità dei terreni visto l’uso massiccio di pesticidi legato alla monocoltura della nocciola con metodo convenzionale spinta soprattutto dalla Ferrero in provincia di Viterbo. Territorio dove insiste anche il BioDistretto della Via Amerina e Delle Forre. Dunque un’ordinanza a tutela dei beni costituzionali di ambiente e salute, coerente gli orientamenti della Commissione Europea che chiede di ridurre del 50% l’uso dei pesticidi, triplicare il biologico nei prossimi 10 anni e recuperare la biodiversità delle coltivazioni. Sostenuta da tutti i Comuni del BioDistretto, diversi dei quali hanno adottato atti analoghi.
Se si capisce il motivo del ricorso di Assofrutti, la principale associazione dei produttori della zona, fatto per interesse di parte, resta stupefacente incredibile e inadeguata la posizione assunta dall’Avvocato di Stato del Ministero della Transizione ecologica in difesa della lobby dell’agrochimica con una lettera ufficiale inviata al Tar. In pratica qui in Italia la transizione ecologica si fa a giorni alterni: un giorno il ministro Cingolani dichiara che la transizione è un bagno di sangue, un altro visto che c’è il G20 Ambiente dice che Italia e Usa sono per azioni stringenti contro la crisi climatica. E nel mezzo il suo Ministero si schiera contro un Sindaco la cui colpa è stata solo voler tutelare la salute dei suoi cittadini e delle sue campagne.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali, passa al Gruppo Misto nel 2021.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi