INVESTIRE DI PIÙ IN PREVENZIONE

Tra le altre conseguenze della crisi climatica in atto ci sono le temperature roventi che in questi giorni, complici vento, siccità e piromani, stanno drammaticamente agevolando ampi incendi in diverse parti del Paese. Impossibile non pensare alla Sardegna, dove nel Nuorese sono andati in fumo oltre 20 mila ettari e al danno ambientale si aggiungono i cittadini sfollati, gli animali morti per le fiamme e i danni economici. Per risanare questa ferita serviranno anni. Le indagini in corso ci diranno qual è l’origine di questo disastro, ma intanto esprimo vicinanza ai cittadini e gratitudine alle istituzioni, alle forze dell’ordine, alla protezione civile e a tutti quanti si sono adoperati e si stanno adoperando da ore per fermare le fiamme. Gravi incendi nell’ultimo mese hanno colpito anche la Sicilia, ad esempio nella zona degli Iblei, la Puglia e l’Abruzzo con decine di ettari di macchia andati in fumo.

Serve un salto di scala. Contro le fiamme estive bisognerebbe mettere in campo con maggior decisione azioni preventive, mentre ancora si registrano troppi ritardi nei censimenti da parte delle amministrazioni comunali delle aree percorse da fuoco. Ma proprio il catasto degli incendi è uno strumento fondamentale per far valere i vincoli a non rimboschire, pascolare, cacciare e urbanizzare quelle aree. In un’ottica di prevenzione può essere utile anche la gestione virtuosa delle foreste che intende promuovere un mio emendamento approvato nel decreto Semplificazioni.

Per dissuadere i piromani, infine, è bene far valere il reato di disastro ambientale introdotto con la legge sugli ecoreati contro chi accende incendi dolosamente.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali, passa al Gruppo Misto nel 2021.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi