CON LEGAMBIENTE PER UN’ ACCOGLIENZA DIFFUSA CHE FA STARE MEGLIO TUTTI E CONTRO IL DL SICUREZZA

Il governo del cambiamento in peggio a trazione Salvini pretende di risolvere le questioni sociali con misure di ordine pubblico, anziché attraverso adeguate politiche sociali. Esempio eclatante di questa visione è la questione migranti, gestita con sgomberi, chiusura dei porti, campagne denigratorie contro le Ong e con il pessimo decreto Sicurezza. Un provvedimento che più di altri illumina sull’idea liberticida di democrazia che ha questo governo.

Si grida all’invasione quando gli sbarchi sono diminuiti di oltre l’86% rispetto al 2016, si blatera di quanto ci costano i migranti quando nel 2016 secondo la Fondazione Moressa  i lavoratori stranieri regolarizzati hanno versato allo Stato 19,2 miliardi contro una spesa pubblica per gli immigrati di 17,5. Come evidenzia Legambiente il modello di accoglienza più efficace è quello degli Sprar, i piccoli centri diffusi sul territorio, dove si fa davvero integrazione e si crea ricchezza per tutti.

Alla visione del Carroccio, in cui non c’è spazio per chi fugge da povertà, persecuzioni, guerre o carestie, né per quanti lavorano alla buona accoglienza, rispondiamo con i fatti: il sistema Sprar coinvolge ormai 1.549 Enti Locali e da ospitalità a 37 mila persone, contribuendo allo sviluppo locale e a invertire le dinamiche di spopolamento dei territori coivnolti. Smontarlo non risponde a logiche economiche o politiche, ma solo alla propaganda del ministro della paura. Il voto contrario di LeU a questo provvedimento liberticida e di dubbia costituzionalità è scontato. Contro questo decreto che si chiama Sicurezza ma creerà più insicurezza servirà una resilienza diffusa anche nel Paese.

Così Rossella Muroni, deputata di LeU, intervenendo alla presentazione del dossier di Legambiente ‘L’Accoglienza che fa bene all’Italia’. Roma, 22 novembre 2018.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali, passa al Gruppo Misto nel 2021.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi