SU TABACCO RISCALDATO E INCENTIVI ALLE AUTO SI PROFILA UN COMPROMESSO AL RIBASSO

L’emendamento a mia prima firma sul tabacco riscaldato, che nasce da una proposta di CittadinanzAttiva lanciata insieme a un’alleanza di oltre 70 associazioni e organizzazioni, ha uno scopo ben preciso: via un privilegio fiscale su prodotti dannosi per la salute, avanti il finanziamento della medicina territoriale. Dobbiamo impedire che il lavoro di nove mesi fatto insieme alla società civile e a tanti colleghi venga vanificato da un compromesso al ribasso. La riformulazione in arrivo, stando alle anticipazioni, sarebbe uno schiaffo al mondo delle associazioni e della cittadinanza attiva. Ci sono altre finalità sociali da finanziare? Bene, troviamo i soldi altrove, non usiamo quelli derivanti dalla riduzione del beneficio fiscale al tabacco riscaldato che da mesi chiediamo di mettere sul rafforzamento dell’assistenza domiciliare. Altrimenti si innesca una guerra tra poveri.

E quello sul tabacco riscaldato sembra non essere l’unico compromesso al ribasso della manovra. Nel 2021 continueremo a incentivare non solo l’acquisto di auto elettriche, ma anche quello di macchine a diesel e benzina. Si persevera nell’errore di sprecare preziose risorse pubbliche per mezzi inquinanti, anziché concentrarle nella più utile riconversione all’elettrico del settore. Nulla di concreto neanche sul fronte del taglio ai sussidi ambientalmente dannosi. Eppure se non avviamo la riduzione degli oltre 19 miliardi di fondi pubblici che annualmente concediamo alle attività dannose per l’ambiente, non possiamo essere credibili quando parliamo di Green deal

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi