IL MIO INTERVENTO SU HUFFPOSTITALIA

ll decreto Rilancio rischia di essere la cartina tornasole di tante cose. Ma c’è un emendamento in particolare la cui sorte dimostrerà più di mille proclami cosa abbiamo imparato dal coronavirus e se davvero abbiamo capito che la rotta va cambiata e per andare dove. Mi riferisco all’emendamento a mia prima firma n. 1.54 che sposa una proposta lanciata da CittadinanzAttiva insieme al mondo civico e a oltre 70 organizzazioni di operatori sanitari, società scientifiche, imprese. Il testo prevede di rafforzare e ampliare le prestazioni dell’assistenza socio-sanitaria territoriale e domiciliare grazie a fondi aggiuntivi rispetto a quelli già previsti dal Governo. Le nuove risorse deriveranno da una rimodulazione dell’accisa sui prodotti da tabacco riscaldato, che verrà portata dall’attuale 25 al 75% di quella applicata sulle sigarette tradizionali. Non una nuova tassa ma una riduzione di un ingentissimo sconto fiscale – deliberato ai tempi del Conte I – a vantaggio della nostra salute e del Sistema sanitario nazionale. Una proposta condivisa e trasversale, che ho firmato insieme a tanti colleghi di maggioranza, che ha il parere favorevole del Ministero della Salute e che ha emendamenti gemelli presentati anche da Fi e FdI.

Un emendamento, l’1.54, che va approvato così com’è tenendo insieme finalità e strumenti di finanziamento: più medicina territoriale, più prevenzione e meno fumo a buon mercato, un fisco più equo. Una bella prova per mettere in campo la discontinuità tra Conte 1 e Conte 2. Non vorrei che come sui Decreti Sicurezza ci si accontenti di dare la colpa allo scorso Governo senza avere la forza, la visione e la buona volontà di cambiare rotta.

Il mio intervento in versione integrale su HuffPostItalia.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi