PRESENTATI 5 EMENDAMENTI ALLA LEGGE DI BILANCIO PER AIUTARE LO SVILUPPO SOSTENIBILE E TAGLIARE LE EMISSIONI CHE ANCHE I 5 STELLE DOVREBBERO APPOGGIARE

Anche se sulla Legge di Bilancio il governo giallo-verde metterà l’ennesima fiducia, per migliorarla ho ripresentato in Assemblea cinque emendamenti a mia prima firma con misure per aiutare uno sviluppo sostenibile, la riduzione delle emissioni e una migliore qualità della vita. Misure che dovrebbero sostenere anche i 5 Stelle visto che sull’ambiente hanno costruito il loro consenso.

Istituire dal 1° gennaio 2019 un contributo ecologico di 20 euro per tonnellata di anidride carbonica equivalente prodotta, da ricalcolare ogni due anni, per favorire il progressivo contenimento delle emissioni di CO2 derivanti dal consumo di combustibili fossili.

Stabilizzare  l’ecobonus e riportarlo dal primo gennaio al 65% anche per le spese relative a interventi di acquisto e posa in opera di finestre, schermature solari e sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione con efficienza almeno di classe A.  Dare stabilità anche all’extra-incentivo per chi sostituisce le coperture in amianto con pannelli fotovoltaici. Di gran lunga la misura più efficace mai messa in campo per la bonifica dei nostri tetti.

Aumentare al 20% dal prossimo anno le royalties per l’estrazione di idrocarburi e gas sia in mare che sulla terraferma.

Ridurre il consumo di suolo e favorire la rigenerazione urbana grazie all’introduzione di un contributo per la perdita di terreno libero legato alla perdita di valore ecologico, ambientale e paesaggistico che determina. Il contributo è dovuto per ogni attività di trasformazione urbanistica ed edilizia che determina un nuovo consumo di suolo.

È quanto prevedono gli emendamenti a mia prima firma. Purtroppo però non sembrano esserci margini per migliorare questa legge di Bilancio, che proprio mentre è in corso la COP24 non tiene in nessun conto la sfida climatica e che ancora una volta non punta sullo sviluppo sostenibile. Neanche i due emendamenti approvati in commissione su micromobilità e su bonus-malus sulle emissioni di CO2 sono in grado di mutare il segno a questa manovra anche perché manca una visione globale di mobilità sostenibile, fatta quindi anche di cura del ferro e trasporto pubblico pulito ed efficiente, in questo Paese.

Il mio intervento in Aula alla Camera dirante la discussione generale sulla legge di Bilancio.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Iscriviti alla newsletter

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi