IL MIO INTERVENTO AGLI STATI GENERALI GREEN ECONOMY

Già esiste un’Italia innovativa e sostenibile, capace di generare occupazione e reddito e di esprimere eccellenze, dalle rinnovabili all’economia circolare.  Un’Italia da conoscere che gli Stati generali della Green economy raccontano bene. Ma come sistema Paese dobbiamo essere più coerenti, coraggiosi e veloci nel realizzare la transizione energetica e quindi la decarbonizzazione dell’economia. La conversione ecologia infatti ha bisogno di scelte urgenti perché, come evidenziato dal presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile Ronchi, quella climatica è una crisi ancora peggiore di quella pandemica. È quindi una buona notizia che, anche grazie all’Italia, l’Europa abbia confermato la priorità del Green deal.

Dobbiamo però dire chiaramente al Paese che i fondi del Recovery Plan andranno investiti al servizio di una ripartenza green, per aumentare la resilienza del sistema economico e sociale, per dare alla nostra pubblica amministrazione nuovi saperi e maggiore efficienza. Insomma per il futuro, non per progetti vecchi come il Ponte sullo Stretto di Messina. Proprio come il Pianeta, infatti, anche queste risorse le prendiamo in prestito dai nostri nipoti.

Per essere coerenti dovremmo avviare un taglio graduale dei sussidi alle attività ambientalmente dannose e usare queste risorse per accompagnare le imprese nella conversione ecologica. Quello che ha proposto il ministro Costa e per cui è stato duramente attaccato. Eppure è una scelta necessaria se davvero crediamo allo sviluppo sostenibile.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi