SUL VECCHIO PNRR FACCIAMOECO SI ASTIENE

 Oggi la Camera si esprime su una relazione che è il risultato del lavoro della Commissione Bilancio e dei pareri di tutte le altre Commissioni. Un patchwork di difficile comprensione ma soprattutto di dubbia utilità visto che riguarda un Piano di ripresa e resilienza vecchio.  

Il Governo sta lavorando per migliorare il Pnrr e noi parlamentari dovremmo aiutare l’esecutivo a scrivere un Piano che ascolti il Paese, che investa in maniera innovativa sui fronti sociale, ambientale e digitale, non chiedere di inserire una collezione di desiderata di parte che non rispettano le linee guida per il Recovery date dall’Ue. Vedi il caso del Ponte sullo Stretto. Non ci sembra che la relazione vada nella direzione auspicata e per questo FacciamoECO si astiene.

L’Italia sconta un forte ritardo nel trasporto pubblico, su ferro e nel trasporto sostenibile urbano e pendolare, fronti strategici su cui giustamente il ministro Giovannini intende concentrarsi. E siamo lieti che i ministri Cingolani e Patuanelli abbiano colto il valore della nostra proposta di inserire nel Pnrr l’istituzione di un servizio civile ambientale per i giovani. Un progetto che parla di lotta al dissesto idrogeologico, partecipazione e nuovo lavoro.

Speriamo che il nuovo Pnrr abbia questo spirito trasformativo e visionario, lo aspettiamo in Aula. Con una certezza: l’Italia del 2030 ha bisogno di una politica all’altezza della sfida, che abbia la voglia e l’ambizione di rappresentare gli interessi di quella Next Generation a cui stiamo sottraendo le risorse economiche. 

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali, passa al Gruppo Misto nel 2021.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi