L'APPELLO DI RICERCATORI E PROFESSORI

Con 800 milioni di persone denutrite, 2 milioni di obesi e l'agroecologia alleata strategica per la riduzione delle emissioni del settore e per la lotta alla crisi climatica, si capisce perché è importante un vertice Onu sui sistemi alimentari.
Peccato che questo vertice, così come il pre- Summit che si terrà a luglio in Italia, si stia caratterizzando in negativo per questioni di metodo e di merito: dalla 'strana' partnership strategica con il World Economic Forum di Davos al tentativo di superare il ruolo della società civile così come previsto dal Civil Society and Indigenous People’s Mechanism (CSM) nell'ambito del Comitato per la sicurezza alimentare mondiale (CFS), fino alla scelta di privilegiare un'agricoltura intensiva e hi-tech, anziché l'approccio agroecologico.

Per questo Ong e associazioni che si impegnano ogni giorno per la sovranità alimentare hanno annunciato che boicotteranno il vertice. Anche l’attuale relatore speciale delle Nazioni Unite sul diritto al cibo, Michael Fakhri, ha criticato il focus incentrato sutecnologia e mercati. La stessa posizione è espressa da scienziati ricercatori e professori in questo appello. Un dissenso da ascoltare con attenzione perché il diritto al cibo riguarda tutti e siamo ancora in tempo per correggere gli errori fatti sinora nell'impostazione del vertice.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali, passa al Gruppo Misto nel 2021.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi