MIO INTERVENTO IN AULA SULLA RELAZIONE DELLA COMMISSIONE ECOMAFIE SU EMERGENZA COVID E CICLO DEI RIFIUTI

Nell’emergenza covid l’uso di dispositivi di protezione individuale, spesso usa e getta, ha rischiato di mettere in crisi il sistema di gestione di rifiuti. Anche perché molte voci si sono levate per dire che servivano nuovi inceneritori o che non avremmo dovuto recepire la direttiva sulla messa al bando degli oggetti più diffusi di plastica usa e getta. Invece il sistema impiantistico tiene, così come il cambiamento che ci chiede l’Europa e che ci spinge ad abbandonare la cultura della scarto in favore di un’economia circolare.

Ma non dobbiamo nasconderci che, anche per contrastare le ecomafie abili ad infiltrarsi nel ciclo dei rifiuti specie dove ci sono punti di criticità, ci servono più impianti al servizio del riuso e del recupero dei materiali. Trasformare i rifiuti da problema a risorsa, ricavarne materia prima seconda, è strategico in un Paese storicamente povero di materie prime come il nostro perché crea filiere industriali innovative e sostenibili, quindi ricchezza e occupazione. La penso come don Ciotti: la moneta buona scaccia quella cattiva. Ed è quella dell’economia circolare la direzione indicata anche dalla approfondita relazione della Commissione Ecomafie sulle ricadute dell’emergenza epidemiologica nel settore dei rifiuti e dalla risoluzione di maggioranza. La direzione del futuro.

Il mio intervento in Aula alla Camera nella discussione sulla relazione della Commissione Ecomafie sulle ricadute dell’emergenza epidemiologica covid nel settore dei rifiuti e dalla relativa risoluzione di maggioranza.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi