IL MINISTERO DELL’AMBIENTE FACCIA UNA GRANDE AZIONE DI INFORMAZIONE SU STATO E FUTURO DELL'IMPIANTO 

Le informazioni sul Tmb Salario date dal ministero dell’Ambiente oggi in Commissione alla Camera rispondendo a una mia interrogazione non mi tranquillizzano affatto. Perché i rifiuti che erano dentro l’impianto l’11 dicembre sono ancora lì, parliamo di migliaia di tonnellate abbandonate, e perché non sappiamo nulla di come e quando verranno portate via.
Già prima dell’incendio il Tmb Salario sprigionava costantemente miasmi insopportabili e faceva praticamente traffico illecito di rifiuti visto che, come ha certificato l’Arpa, dall’impianto uscivano rifiuti diversi da quelli che venivano dichiarati e uscivano più scarti che rifiuti trattati. Ora se possibile la situazione è ancora peggiore: dall’impianto continuano ad arrivare miasmi insopportabili come continuano a entrare e uscire camion. Si dice solo per fare trasferimento di rifiuti da camion piccoli a camion grandi, ma è evidente quanto la cosa sia inopportuna.
I cittadini sono stati lasciati soli, senza avere informazioni puntuali e aggiornate sulla situazione, ma con le loro preoccupazioni per l’ambiente e soprattutto per la salute. Invito il ministero dell’Ambiente, anche grazie alla Cabina di regia attivata sui rifiuti di Roma, a fare una grande campagna di informazione sullo stato del Tmb Salario e dei luoghi limitrofi e a verificare come e quando verranno portati via i rifiuti che sono ancora a marcire nell’impianto. E non ci devono essere ambiguità: l’impianto va chiuso definitivamente. Pena il crollo di fiducia nelle istituzioni.
Se non siamo in grado di risolvere una criticità tanto grave ed evidente nella capitale del Paese è difficile chiedere ai cittadini di fare la raccolta differenziata, di credere che l’economia circolare sia davvero un diverso modello di economia e non solo uno slogan
Il mio commento alla risposta del ministero dell’Ambiente sulla mia interrogazione sul Tmb Salario di Roma.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Iscriviti alla newsletter

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi