DOPO IL NAUFRAGIO DELLA COP25 ITALIA ED UE DEVONO DIMOSTRARE CORAGGIO E RITROVARE PROTAGONISMO FORTE NELLA SFIDA DEL CLIMA.

URGONO AZIONI RADICALI E RAPIDE PER AFFRONTARE L’EMERGENZA CLIMATICA

Se ambizione e urgenza erano le parole d’ordine con cui si era aperto il vertice di Madrid, ora, dopo il pesante fallimento della COP25 sono una scottante eredità per il 2020. L’Italia e l’Europa devono alzare i loro target di riduzione delle emissioni al 2030 e ritrovare un protagonismo forte nella sfida del clima. E come suggerisce Legambiente devono farlo in fretta, per arrivare al vertice Ue-Cina del prossimo settembre con una proposta avanzata e coraggiosa, capace di spingere la Cina verso una maggiore ambizione. Perché come ci hanno dimostrato i giorni di Madrid il Green Deal europeo da solo non basta.

ll nostro Paese, come nazione ospite dalla pre-COP e della Youth-COP, deve dare il buon esempio e rivedere al rialzo il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima in coerenza con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi e accelerare la transizione energetica. È proprio quanto prevede la mozione di maggioranza a mia prima firma passata alla Camera. L’atto, che è stato sottoscritto da colleghi di tutti i gruppi di maggioranza, impegna il governo a dichiarare l’Italia in emergenza climatica e ad affrontare la situazione con  misure adeguate, definendo di fatto una road-map per il clima da realizzare nei prossimi mesi ed anni. Oltre ad essere necessario, rispondere alla sfida del clima ci permetterà di dare corpo a una nuova economia sostenibile ed equa, di risolvere allo stesso tempo le crisi ambientale, economica e sociale. E affrontare la crisi climatica è quanto ci chiedono i tantissimi giovani che scendono in piazza con Fridays For Future. È dall’ambiente che dobbiamo ripartire e l’azione decisa sul clima dovrà orientare la revisione dell’agenda di governo annunciata dal premier Conte per gennaio.

La mozione impegna inoltre l’esecutivo a tagliare gradualmente i sussidi dannosi per l’ambiente e a realizzare un piano strutturale di messa in sicurezza del territorio, mitigazione del rischio e adattamento al climate-change. Il governo dovrà anche sostenere a livello europeo l’obiettivo della carbon neutrality entro il 2050, promuovere l’economia circolare e lavorare per una mobilità e una produzione industriale attente all’ambiente. Insomma per un Green deal capace di garantire più sicurezza ai cittadini e un futuro di benessere al Paese.  Se non ora quando?

Il mio editoriale sull’esito del vertice Onu sul Clima di Madrid su Rinnovabili.it è disponibile in versione integrale qui.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi