IL MIO INTERVENTO ALLA CAMERA SULLA FIDUCIA
Il momento difficile per il Paese e il richiamo alla responsabilità del Presidente Mattarella affidano a tutti il compito di contribuire ad affrontare le emergenze sanitaria, economica e sociale.
Nel discorso di Draghi al Parlamento c’è la possibilità per un esecutivo che faccia alcune scelte cruciali nei prossimi mesi. Non solo il campo europeo, ma la parità di genere: un fattore di giustizia sociale ma anche di crescita perché non c’è ripresa senza il contributo delle donne. Un fisco progressivo e trasformativo, che in nome della giustizia climatica ed ambientale applichi il principio del ‘chi più inquina più paga’. La priorità alla scuola e alla transizione ecologica.
Draghi ha usato parole che nessun altro premier aveva pronunciato sul mutamento climatico e sulla distruzione della biodiversità come fattore che ha facilitato la pandemia. Ecco perché la prima lacuna da colmare nel Recovery Plan è l’assenza della biodiversità. I fondi europei vanno usati per spingere su uno sviluppo innovativo, inclusivo e sostenibile, per un piano industriale verde attento ai territori e foriero di lavoro di qualità. Ma per fare la transizione ecologica servono più rinnovabili e il coraggio di affrontare i nodi che le stanno bloccando: burocrazia e conflitti. C’è bisogno di coraggio anche per tagliare i sussidi fossili.
Come parlamentare non farò mancare il mio contributo, né le critiche costruttive se necessario per rendere le azioni dell’esecutivo coerenti con le intenzioni. Spero che alla fine di questo percorso potremo dire davvero di aver lasciato una buona moneta, ma anche un Pianeta migliore. Buon lavoro Presidente.
Il mio intervento in Aula alla Camera per annunciare il mio voto favorevole sulla fiducia al governo Draghi.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali, passa al Gruppo Misto nel 2021.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi