DALLA MAGGIORANZA GIALLO-BRUNA SOLO UN RINVIO PER CONVENIENZA ELETTORALE

Con la mozione appena approvata sulla Tav Torino-Lione la maggioranza giallo-bruna punta a rinviare di qualche tempo, presumibilmente a dopo le europee, la decisione finale sull’opera. Curiosamente questa tregua armata tra Lega e Cinque Stelle arriva dopo il voto che ha negato l’autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini per il caso Diciotti. Una tregua che ha il sapore dello scambio.

Ridiscutere il progetto nell’applicazione dell’accordo tra Italia e Francia come prevede la mozione di maggioranza significa, infatti, solo fare ‘ammuina’, temporeggiare fino a dopo le amministrative e le europee. Un rinvio che chiaramente non nasce dalla volontà di ripensare l’opera o da una diversa strategia per la mobilità del Paese, ma solo dalla volontà di non compromettere il consenso dei due partiti di maggioranza di fronte alle urne. Che infatti mantengono le rispettive posizioni.

Come noto considero la Tav Torino-Lione un’opera superata, dannosa per l’ambiente e costosa, che non risponde né alle priorità del settore né alle esigenze degli italiani. Ma da cittadina, prima ancora che da deputata, mi sarebbe piaciuto che dietro al rinvio ci fossero un’analisi, un progetto alternativo, una visione per disegnare la mobilità e la logistica del futuro. Invece dietro questa mozione non ci sono legittime decisioni politiche, ma solo gli interessi politici dei due partiti di maggioranza.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi