MURONI E SPERANZA (LEU): “LA PROPAGANDA DEL GOVERNO  NON VA IN VACANZA”

“Il governo giallo-verde lo scorso 12 dicembre aveva annunciato con soddisfazione di aver bloccato il progetto petrolifero ‘Masseria la Rocca’ della Rockhopper, che interessa la Basilicata, intestandosi un merito che casomai è della regione”. Così i deputati di LeU Roberto Speranza e Rossella Muroni sul caso del progetto petrolifero Masseria la Rocca.
“Dopo pochi giorni il governo del cambiamento – sottolineano Muroni e Speranza – deve avere cambiato idea. Il Consiglio dei Ministri successivo, quello del 21 dicembre dedicato principalmente alla legge di Bilancio, decide infatti di costituirsi in giudizio davanti alla Corte Costituzionale nel ricorso per conflitto di attribuzione tra Stato e Regione che la Basilicata ha sollevato proprio contro quel progetto di ricerca di idrocarburi. Una decisione con cui il CdM difende in sostanza le ragioni della compagnia petrolifera e del Consiglio di Stato, anziché quelle della Basilicata”.
“Un bell’esempio di coerenza del cosiddetto governo del cambiamento”, aggiungono. “Che cambia idea in nove giorni e che cambia idea anche rispetto alle promesse fatte in campagna elettorale. Quando il Movimento 5 Stelle ha dichiarato più volte che se avesse vinto le elezioni avrebbe fermato le trivellazioni. Promesse evidentemente buone per prendere voti, ma non per governare. Così il Movimento 5 Stelle prende in giro gli italiani e l’Italia continua a investire sui fossili, mentre i mutamenti climatici in atto di imporrebbero di mandare le fonti fossili fuori dalla storia e di imboccare con decisione la via delle rinnovabili e della transizione energetica”.
“Il procedimento di cui parliamo – concludono Muroni e Speranza – è iniziato nel 2016, quando la Rockhopper si vede negare dalla Regione Basilicata l’intesa per il permesso alla ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi in un’area di 13,5 chilometri quadrati a Masseria La Rocca, vicino Potenza. La compagnia petrolifera ricorre al Tar e si passa poi al Consiglio di Stato, entrambi i pronunciamenti sono a favore della Rockhopper. Poiché la Regione non ha dato via libera all’intesa gli atti devono passare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, competente ad esercitare il potere sostitutivo e a superare lo stallo. Ma la Regione, come anticipato, ricorre alla Consulta per conflitto di attribuzione. Il 12 dicembre il Consiglio dei Ministri conferma in sostanza il no della Regione all’intesa, anche se la legge gli attribuisce solo il potere di superare lo stallo e non quello di bloccare il procedimento. Poi, con l’attenzione dei media concentrata sulla manovra, il Consiglio dei Ministri del 21/12 decide la costituzione in giudizio nel ricorso promosso dalla Basilicata, sostenendo quindi le ragioni della compagnia petrolifera e del Consiglio di Stato”.

Roma, 27 dicembre 2018

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali, passa al Gruppo Misto nel 2021.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi