PER UN’EUROPA ATTENTA ALLE PERSONE E AL PIANETA. #EUROPEE2019 #ONDAVERDEECIVICA

Per i temi e le sfide che ci aspettano l’ecologismo rappresenta un fattore di speranza per il Paese, per l’Europa e per il pianeta. La cultura ecologista può essere l’argine al populismo se, contemporaneamente, riuscirà ad essere anche popolare perché non bisogna dimenticare la lezione dei gilet gialli, che hanno opposto le ragioni “di chi si preoccupa della fine del mondo” a quelle di quanti sono “preoccupati per la fine del mese”. Dobbiamo dimostrare che le questioni che poniamo sono prioritarie, che hanno consenso sociale e che le nostre soluzioni sono utili e desiderabili, come ci insegnava Alex Langer.

L’ambiente è una chiave strategica per fare politica economica e sociale, per costruire una società più giusta e meno diseguale, per proporre una valida ricetta di governo. Perché la lotta al mutamento climatico parla di lotta alle disuguaglianze, politiche industriali e nuovo lavoro, di salute, partecipazione e democrazia, di migrazioni e geopolitica. Ma per farlo è fondamentale incrociare la dimensione civica, dei territori, dove le crisi ambientali esplodono e dove si possono trovare le soluzioni: penso alle città, ma anche ai piccoli comuni che combattono contro il dissesto idrogeologico o per un’agricoltura sostenibile e di qualità.

Una proposta ecologista, civica, femminista, aperta, che contribuisca alla costruzione di una nuova Europa: dei popoli più che dell’euro, che abbia una politica per gestire le migrazioni e non si chiuda come una fortezza. Un’Europa che ritrovi il suo protagonismo in campo ambientale e sappia garantirci un futuro di pace e benessere condivisi.

Il mio intervento alla conferenza stampa sulle Europee 2019 di Verdi Europei, Italia in Comune, Verdi italiani e personalità del mondo ecologista e associativo.

 

 

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rossella Muroni

Ecologista, di sinistra, deputata della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, eletta alla Camera nelle liste di Liberi e Uguali, passa al Gruppo Misto nel 2021.
Arrivata in Legambiente nel 1996, ne sono stata presidente dal dicembre 2015 al dicembre 2017. Sociologa, esperta nei temi della sostenibilità ambientale nell’ambito turistico e di organizzazione dei servizi territoriali, ho contribuito a numerose pubblicazioni associative.
Molto interessata al tema dei diritti e particolarmente impegnata per tutelare quelli delle donne a tutti i livelli, nella società, nella politica e nel lavoro. Mamma di Simone e Samuele, sono appassionata di Aikido.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi